Maria Callas

2018 | 120 x 100 cm | Zinc, acid and resin (acido muriatico, acido solforico, resina su lastra di zinco)
Tracce delle esperienze nella vita di Maria Callas

 

Maria Callas è stata un soprano statunitense di origine greca, naturalizzata italiana e successivamente greca. Dotata di una voce particolare che coniugava un timbro unico a volume notevole, una grande estensione e agilità. Il successo artistico e mediatico hanno costruito un mito attorno a lei, vedendole attribuito l’appellativo di Divina.

La sua infanzia fu tranquilla, anche se a soli cinque anni, fu investita da un’auto e rimase in coma per ventidue giorni prima di riprendersi. Nel 1937 entra al Conservatorio di Atene e si perfeziona nel greco e nel francese. Saranno anni non facili per la giovanissima Callas, le miserie dell’occupazione e della fame, e successivamente la conquista della libertà dopo la guerra, e di una esistenza finalmente tranquilla e agiata. I primi successi sono proprio in Grecia, poi torna negli Stati Uniti per raggiungere il padre. Nel 1947 la sua meta è l’Italia, Maria è ancora povera con 50 dollari in tasca e pochi vestiti va a Verona dove conosce il suo futuro marito, Giovanni Battista Meneghini (37 anni di differenza) uomo che forse Maria non amò mai, ma che seguì la sua carriera artistica portandola al successo.

Nuovi amori, nuove passioni entrano nella vita (non solo artistica) ed il 1959 è l’anno della rottura con il marito. Conosce l’armatore greco Aristotele Onassis che sarà il suo grande amore, ma un amore distruttivo “brutto e violento” come lei stesso lo definì; anni di passione, di amore sfrenato, di lusso e sregolatezza, un uomo che la farà soffrire moltissimo, dalla loro unione nasce un bambino vissuto pochissime ore, che forse avrebbe cambiato il corso della loro storia d’amore.